THE HUNGER: Il Nuovo Gioco Da Tavolo Dallo Stesso Creatore Di Magic! (Recensione)

Oggi vi parliamo di un gioco che ha diviso molto i pareri. Un gioco davvero particolare che inverte le regole dei classici deck building (costruzione mazzo). Sarà davvero tutto oro quel che luccica o qualcosa non va? Ecco la mia opinione sul gioco e su qualcosa di più.

PANORAMICA GENERALE

Non appena le Rose Eterne iniziano a sbocciare timidamente, si racconta che i Vampiri si risvegliano dal loro lungo sonno.

Noi saremo uno di quei vampiri e avremo tempo solo fino all’alba per raggiungere il labirinto, cogliere una di queste rose e tornare al castello… addentando succulenti umani lungo la strada.

Attenzione però che più umani mangerete e più perderete tempo… Se al sorgere del sole non sarete al sicuro tra le vostre mura, la luce vi ridurrà in cenere!

The Hunger è un gioco competitivo di deck building (costruzione mazzo) alquanto particolare! Ideato da Richard Garfield, per 2-6 giocatori, dalla durata indicativa di 20 minuti a persona e portato qui in Italia grazie a Cranio Creations.

Riusciremo grazie l’aiuto di Famigli e poteri Unici a diventare il vampiro più Famigerato?

Scopriamo come si gioca!

 

MATERIALI

Nella scatola troviamo:

  • 122 Carte Caccia (divise in Umani, Poteri e Famigli)
  • 36 Carte Iniziali ( per per Giocatore)
  • 3 Carte Uniche Rosa Eterna
  • 6 Schede Vampiro
  • 6 Pedine Vampiro in Legno
  • 6 Segnalini Punteggio in Legno
  • 1 Tabellone di Gioco
  • 50 Tessere Missione
  • 1 Tracciato Caccia da Assemblare (in base al numero dei giocatori)
  • 1 Segnalino Luna (Conta turni)
  • 5 Segnalini Castello
  • 26 Segnalini Forziere (Bonus)

I materiali sono davvero belli da vedere e belli grandi, preparatevi ad occupare molto spazio se volete giocare in molti a questo gioco!

Carte tutte diverse (tranne qualche copia di poteri e famigli) e di buona qualità, anche se comunque vi consiglio di imbustarle visto la natura del gioco. In questa tipologia le carte andranno mescolate più e più volte.

C’è qualche piccolo errore di stampa nelle carte ma nulla che possa rovinare l’esperienza di gioco. Direi tranquillamente trascurabile.

Il tabellone è Fronte e Retro per partite più o meno facili, a seconda della tipologia di giocatori.

Infine alcune parti del regolamento non sono scritte benissimo, lasciando alcuni dubbi o fraintendimenti.

 

TIPOLOGIA E ANATOMIA DELLE CARTE

Oltre alle carte iniziali, nel mazzo di Caccia, ci sono 3 differenti tipi di carte: Umani, Potere e Famigli.

Le carte famiglio sono caratterizzate dal colore VIOLA. Sotto hanno la descrizione del loro effetto, in alto a sinistra la velocità e questo tipo di carte hanno la parola chiave “Pronto”, significa che una volta acquisite potranno essere messe normalmente negli scarti o posizionate coperte sopra il proprio mazzo di pesca. Inoltre queste carte hanno la parola chiave “Permanente”, cioè una volta giocate rimarranno davanti a voi (nell’area di gioco) e il loro effetto sarà continuativo fintantoché qualche effetto di gioco non le faccia scartare.

Le carte Potere sono caratterizzate dal colore VERDESotto hanno la descrizione del loro effetto e in alto a sinistra la velocità. Generalmente queste carte hanno effetto sulla velocità o sul movimento del giocatore.

Le Carte umano invece si suddividono in 4 categorie e quindi in 4 colori: Paesano (BIANCO), Religioso (ARANCIONE), Militare (ROSSO) e Nobile (BLU). Sotto potrebbero avere un determinato effetto (bonus/malus), in alto a sinistra la velocità (generalmente zero) e a destra i punti vittoria che darà quella carta a fine partita.

Infine ci sono le carte Rosa Eterna. Ce ne sono 3 e hanno tutti effetti molto forti oltre a molti punti vittoria. Solo che si troveranno nel labirinto, il punto più lontano dal castello. Chi non risica, non rosica! Anche le rose hanno la parola chiave Pronto e Permanente.

SCOPO DEL GIOCO

I giocatori avranno esattamente 15 turni per cercare di guadagnare più punti possibili, cacciando umani richiesti (e non) dalle missioni pubbliche e private per poi tornare al castello in tempo. Se al sorgere del sole (fine della partita) i giocatori non saranno al castello (o nel cimitero), verranno ridotti in cenere dalla luce, eliminandoli dal calcolo dei punti!

Attenzione però che più umani avrete nel vostro mazzo (mangiati) e più sarete lenti e più lontani andrete dal castello e più bonus/punti avrete. Quanto siete disposti a rischiare per agguantare la gloria?

 

REGOLAMENTO

Una partita a The Hunger dura 15 Turni e ciascuno di essi è diviso in queste 3 fasi:

  • DETERMINAZIONE DELL’ORDINE DI TURNO
  • LA CACCIA È APERTA!
  • PREPARAZIONE PER IL TURNO SUCCESSIVO

Vediamo più da vicino queste fasi.

 

Fase 1: Determinazione dell’ordine di Turno

L’ordine di turno dipende dalla posizione delle pedine dei giocatori. La mappa di gioco è divisa in varie zone: a partire dal castello, troveremo in sequenza il cimitero (le 3 caselle successive), le Montagne, La pianura ed infine, le caselle più lontane formeranno la foresta.

Inizieranno quelli che si troveranno nelle zone più lontane, in caso di più pedine darà la priorità il tipo di casella su cui ci troviamo: I Vampiri su una Strada giocheranno per primi, a seguire quelli sulla Ferrovia ed infine quelli sul percorso navale.

In caso più vampiri fossero sia nella stessa zona che nello stesso tipo di percorso, inizierà colui che è più vicino al labirinto, dunque più lontano dal castello.

 

Fase 2: La Caccia è Aperta!

In questa fase, tutti i giocatori in ordine di turno, completeranno le proprie azioni.

Per prima cosa il giocatore di turno dovrà rivelare nella propria area di gioco le 3 carte che avrà in mano.

Ora, come prima cosa, si dovranno attivare tutti gli effetti di scarto e pesca scritti sulle carte rivelate. Quando un effetto vi chiede di scartare una carta dalla vostra area di gioco, potrete scartare carte che non avete già attivato!

Dopo aver attivato questi effetti è il momento di calcolare la vostra velocità: sommate tutti i numeri in alto a sinistra delle vostre carte nella area di gioco (quelle appena giocate ed eventuali carte permanenti).

La vostra velocità ora potrà essere usata per il Movimento della vostra pedina e/o per Cacciare.

 

Potrete spendere i vostri punti Velocità ( o una parte) per muovervi: Un punto velocità equivale ad un passo.

Quando vi muovete potrete cambiare direzione solo agli incroci, questo che significa che una volta che avrete intrapreso una strada non potrete tornare indietro se non al prossimo incrocio!

Se terminate il vostro movimento in una casella occupata, potrete scacciare quel vampiro in una casella adiacente a vostra scelta. Non è possibile però scacciare vampiri nella zona Cimitero e nel Castello.

Dopo aver speso i punti velocità che desiderate per il movimento, attivate l’effetto della casella d’arrivo. Gli effetti sono diversi: vi potrebbero dare dei bonus, prendere nuove missioni che vi daranno punti extra a fine partita se risolte, poter fare cacce Extra, digerire gli umani ecc ecc… Quando si digerisce un umano lo toglieremo dal nostro mazzo ma conteggeremo comunque i punti a fine partita e varrà comunque per le nostre missioni.

Caselle Forziere con dei bonus disponibili tra cui il Parasole che darà diritto ad un sedicesimo turno di movimento, utile per tornare al castello.

 

Se al giocatore avanzano ancora punti velocità, dopo il movimento, potranno cacciare UNA VOLTA se vorranno.

Per cacciare si dovrà scegliere uno spazio nel tracciato caccia, spendere i punti velocità indicati in alto della colonna e prendere tutte le carte di quello spazio.

Le carte così acquisite, se non hanno la parola chiave “pronto” andranno messe negli scarti.

Quando Cacciate Umani, assegnatevi subito i punti vittoria indicati dalla carta ed aggiungete un bonus di +1 se la vostra pedina si trova in Pianura o di un +2 se siete nella Foresta.

Attribuite poi eventuali punti extra dati da effetti di carte che sono nella vostra area di gioco.

 

Quando avete finito le vostre azioni, girate la pedina dal loro senza immagine (riposo), scartate le carte non permanenti dalla vostra area di gioco ed attivate eventuali effetti di fine turno delle carte.

Pescate 3 nuove carte dal vostro mazzo di pesca personale e toccherà al giocatore successivo a fare le proprie azioni.

 

Quando tutti avranno fatto le proprie azioni, e quindi tutte le pedine sono sul lato riposo, si procede con la terza e ultima fase del turno.

 

Fase 3: Preparazione per il Turno Successivo

Quando tutti hanno completato le proprie azioni ci si prepara per il prossimo turno di gioco.

per prima cosa spostate il segnalino Luna di uno spazio verso destra del tracciato segna turni. Se la luna si trovava sulla casella 15 la partita è terminata.

Rigirate tutte le pedine Vampiro sul lato con l’immagine.

Spostate le carte sul tracciato Caccia delle colonne 2 e 3 di uno spazio verso destra. Le carte della colonna 1 rimarranno lì dove si trovano e man mano si potrebbero accumulare durante la partita. ricordatevi che infatti se cacciate in uno spazio con più carte, dovrete prenderle tutte!

Riempite ora gli spazi della colonna 3 con nuove carte.

Un nuovo turno può iniziare.

 

FINE DEL GIOCO

Alla fine del 15esimo turno, la partita termina e si calcolano i punti. Attenzione, se qualcuno ha il bonus del parasole, ora potrà usarlo e avere diritto ad un 16esimo turno, che potrà usare solo per il movimento.

Ora verificate chi si trova fuori dal castello o dal cimitero: Quei giocatori sono eliminati e non parteciperanno al conteggio dei punti. Potranno farlo solo per il piacere di farlo e per vedere se avrebbero vinto.

Aggiungete ai punti guadagni durante la partita, eventuali punti extra dati dagli effetti delle vostre carte nel mazzo, togliete 5 punti a coloro che si trovano nel cimitero e aggiungete i punti dei gettoni castello che avranno guadagnato coloro che saranno arrivati nella relativa casella: prima arriverete e più punti farete.

Infine sommate i punti dati dalle missioni pubbliche e private e colui che avrà la somma più alta, vince la partita!

In caso di parità vincerà colui che è arrivato prima al castello o ci si è avvicinato di più.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

Ho notato nei vari commenti e forum che The Hunger ha diviso molto le persone.

A me ha letteralmente conquistato e oravi spiego perchè.

Iniziamo dalle meccaniche se ben aderiscono all’ambientazione di gioco e dal fatto che a me i deckbuilding piacciono parecchio. Qui c’è la genialità di invertire il punto di vista della meccanica.

Generalmente in questi giochi si comprano carte per migliorare il proprio mazzo e renderlo più performante, qui le compreremo per guadagnare più punti ma diventeremo sempre più lenti e meno forti. Bilanciare questi due aspetti non è affatto facile ed è l’aspetto affascinante del gioco.

Si sente l’ansia e la paura di non riuscire a tornare in tempo al castello o al contrario il tornarci troppo presto, perdendo così punti preziosi!

Una accusa che ho letto è quella che si prendono umani a caso mentre si “passeggia” per poi tornare al castello. Sì e no. Se tutti lo fanno allora si gioca alla pari ma il gioco perde di senso ma se uno punta alla rosa che ha poteri molto forti o uno punta ad avere tante missioni che danno molti punti se soddisfatte, allora prendere umani a caso non ti porterà da nessuna parta, magari tornerete al castello ma certamente non vincerete.

Più il numero di giocatori sarà alto e più ci sarà interazione sulla mappa e scacciare uno o più vampiri indietro di una casella potrebbe fare la differenza.

Vi consiglio di non usare la mappa facilitata, toglie la tensione al gioco che è il punto cardine di questo titolo.

Digerire gli umani è difficile, molo difficile, quindi mangiarne troppi significa rimanere inesorabilmente indietro.

Una cosa che mi piacerebbe in una eventuale prossima espansione, è che i diversi vampiri abbiano una o die carte diverse che li caratterizzi maggiormente, rendendo il gioco un po’ più asimmetrico fin dall’inizio.

Concludendo, questo gioco mi è piaciuto davvero tanto e chi ha scritto che è un gioco banale forse ci ha fatto solo una partita. Può non piacere, assolutamente possibile, se non vi piace la meccanica ci sta, ma dire che il gioco è rotto o non abbia senso non è assolutamente una critica reale o giusta.

Bello, bello, bello.

 

Se il gioco vi ha incuriosito e volete più informazioni o acquistare la vostra copia su Dungeondice.it, cliccando qui lo potrete fare.  Così facendo supporterete il nostro lavoro senza spendere niente di più.

Il gioco puoi trovarlo sul nostro store online di fiducia Magicmerchant.it

 

Acquista i giochi da tavolo nel nostro store online di fiducia Magicmechant.it o dai uno sguardo alle offerte sui giochi da tavolo di Amazon.it

Stefano Stievano

Mi sono avvicinato a questo mondo fin da piccolo ma solo da qualche anno ho deciso di accostarmi in maniera diversa ai giochi da tavolo. Dopo aver creato qualche prototipo, inventato cene con delitto, costretto i miei amici a fare da cavie tra giochi, quiz tv e quant’altro ho deciso da un po’ di tempo di unire la passione per la scrittura e quella dei giochi da tavolo. Mi piace raccontare me stesso attraverso loro, le mie esperienze, i miei amici, la mia vita e la mia quotidianità. I miei giochi preferiti sono quelli tematici o deduttivi, meglio se con un pizzico di bluff e con ruoli segreti… ma difficile scegliere una categoria…. Spero un giorno di riuscire a coinvolgere il maggior numero di persone possibile dentro al nostro folle e divertente mondo.
Buon viaggio!

THE HUNGER: Il Nuovo Gioco Da Tavolo Dallo Stesso Creatore Di Magic! (Recensione)